Lanzarote

la valigia di mafalda La Valigia di Mafalda

..il viaggio da cui sono appena tornata e la preparazione del prossimo!

I viaggi più recenti:

Lanzarote: Foto album >>

Itinerario on the road Italia-Barcellona-Valencia >>

Exuma, Bahamas>>

Nuova Caledonia >>

home > travels > la valigia di mafalda

.. e il prossimo viaggio? ... siamo quasi in partenza!

Tra pochi giorni torneremo alle Bahamas! questa volta abbiamo scelto l'isola di Abaco, e l'abbineremo ad una settimana di tour della Florida: non vediamo l'ora!

Ecco dove si trova Abaco:

Visualizzazione ingrandita della mappa

Perchè abbiamo scelto Abaco.

Abaco è tra le isole più settentrionali dell'arcipelago delle Bahamas, e non è certo tra le più "gettonate" dai viaggiatori italiani, i quali, se viaggiatori da T.O. solitamente preferiscono dirigersi verso i villaggi turistici e gli hotel di Grand Bahama e Nassau. Tra i viaggiatori fai-da-te, invece, pare che la preferita sia Exuma (in cui siamo già stati), seguita da Long Island ed Eleuthera.

Quest'isola (anzi, questo piccolo arcipelago) è anche una delle mete più importanti a livello mondiale per gli amanti della vela e delle attività nautiche da diporto ed è quindi ben organizzata riguardo al noleggio imbarcazioni di tutti i tipi. Le acque tranquille e protette della sua grande laguna interna danno la possibilità di navigare in sicurezza, è possibile andare da da soli con una barca a noleggio alla scoperta delle isolette e dei cays circostanti all'isola principale, Great Abaco. Dato che dall'anno scorso abbiamo iniziato a navigare a vela e ci siamo innamorati di questo modo di andare alla scoperta dei luoghi, raggiungendoli e vedendoli dal mare, questo è stato il motivo principale che ci ha fatto scegliere questa isola delle Bahamas come meta del nostro viaggio.

L'organizzazione del viaggio.

Organizzare un viaggio alle Bahamas non è così complicato, ed anche meno caro di quello che ci si possa immaginare. Certo, però, non rientrerà mai nelle classiche mete "lowcost" del pianeta, tuttavia risparmiare qualcosa si può.

VOLO INTERCONTINENTALE. Sapendo in anticipo che il periodo del nostro viaggio corrispondeva all'altissima stagione turistica (Pasqua), l'unica cosa sensata da fare è stata quella di prenotare con largo anticipo: perciò, a ottobre dell'anno scorso eravamo già in possesso dei nostri biglietti intercontinentali.

La rotta aerea più comoda dall'Italia è quella operata su Miami con Alitalia/Delta da Roma oppure American Airlines con partenza da Milano Malpensa. Altre alternative possibili prevedono uno scalo a Londra o in Spagna, rispettivamente con British Airways e Iberia. Noi abbiamo scelto il volo diretto da Milano Malpensa, prenotandolo con British Airways perchè con questa compagnia è possibile scegliere l'andata con una classe ed il ritorno con un'altra (infatti all'andata voleremo in Economy ed al ritorno volo notturno in Business). La compagnia che opera il volo, però, nei fatti è American Airlines, partner di British Airways.

VOLO PER LE BAHAMAS.

Il volo per le Bahamas dalla Florida è molto costoso. Se potete, vi consiglio di prenotarlo assieme alla tratta intercontinentale, volando American Airlines da Milano. Dato che inizialmente noi eravamo un po' indecisi su quale isola caraibica raggiungere (Bahamas o Vergini Americane), abbiamo acquistato i due voli (quello intercontinentale e quello da Miami per le Bahamas) separatamente, il che purtroppo ci ha fatto spendere di più. Abbiamo comprato il volo Miami -> Marsh Harbour (Abaco) sul sito della compagnia American Airlines a novembre, appena in tempo prima che le tariffe facessero un ulteriore balzo in avanti.

Gli aeroporti che servono le Bahamas dalla Florida (con voli diretti) sono: MIami international, Fort Lauderdale, e West Palm Beach. Le compagnie aeree: American Airlines/American Eagles, Silver Airways, Bahamasair. Quest'ultima è la compagnia ufficiale delle Bahamas, ed offre molte tratte coprendo tutte le isole, molti voli però prevedono lo scalo a Nassau, il che può contribuire ad abbassare la tariffa, ma può farvi perdere anche l'intera giornata, per un volo che, diretto, durerebbe circa un'ora soltanto.

PER RISPARMIARE sul volo per le Bahamas:

  1. acquistate volo intercontinentale e volo per le Bahamas assieme, quando questo è possibile (stessa compagnia aerea);
  2. se acquistate il volo per le Bahamas separatamente, fatelo sempre con almeno 5/6 mesi di anticipo, soprattutto se si tratta di un volo diretto, dopo le tariffe aumentano molto (già vissuto questa esperienza con il volo per Exuma);
  3. se viaggiate in alta stagione turistica, acquistate anche il volo intercontinentale con largo anticipo (almeno 6 mesi);
  4. utilizzate la compagnia Bahamasair per i voli sulle isole, non per tutte esiste il volo diretto, ma spenderete sicuramente meno facendo scalo a Nassau, la capitale;
  5. considerate come aeroporti di partenza per le Bahamas quelli secondari rispetto a Miami, come per esempio West Palm Beach, da cui parte un diretto per Marsh Harbour (si trova a circa 3 ore di autostrada da Miami);
  6. provate a considerare una rotta diversa dall'Italia, per esempio facendo scalo a New York oppure Atlanta, invece che in Florida (questo però allungherà di molto il vostro viaggio);
  7. se la vostra meta è Freeport (Grand Bahama) prendete in considerazione anche il traghetto, potete raggiungerla con la compagnia Baleria che salpa da Port Everglades (Fort Lauderdale).
  8. se volete visitare più isole durante lo stesso viaggio, potete spostarvi anche con il ferry, consultate il sito bahamasferries.

hope town elbow cay abaco bahamas lighthouse

Il faro di Elbow Cay, Abaco - fonte wikipedia


SOGGIORNO.

La scelta di hotel ad Abaco è buona, e si trovano anche molte case e ville in affitto. La nostra intenzione iniziale era di soggiornare a Marsh Harbour (capoluogo dell'isola) per via della sua centralità rispetto al resto dell'arcipelago, e quindi anche per la facilità di raggiungere in barca le altre isolette e cays di nostro interesse, come Elbow Cay, Guana Cay, Man O' War Cay e Green Turtle Cay. L'idea era quella di impostare il nostro soggiorno basandoci solo sulla barca, sia come mezzo di esplorazione che come mezzo di trasporto, che ne so per andare a fare la spesa, senza noleggiare l'auto. Molti dei locali fanno proprio così, usano la barca per qualsiasi spostamento, ma non è stato possibile e vi spiego il perchè.

Dato che la nostra preferenza va sempre alla casa piuttosto che all'albergo, per la ricerca di un posto dove soggiornare ci siamo rivolti ad un paio di agenzie di affitti del posto livingeasyabaco e abacovacationplanner, le quali ci hanno proposto case molto belle ma a prezzi altissimi. Per capirci, una villetta per 2 persone con dock per la barca costava a partire da 1500/1800 dollari la settimana (avere il dock ad Abaco non è un optional costoso, quasi tutte le case sul mare ce l'hanno). Se avessimo speso questa cifra per la casa, il costo della barca a noleggio non sarebbe più rientrato nel budget. Abbiamo deciso quindi di orientarci verso la nostra "solita" Homeaway, che proponeva alloggi anche in parti dell'isola, più isolate ma più abbordabili come prezzo.

Dopo alcune richieste di informazioni, abbiamo scelto di alloggiare nella zona di Casuarina Point, un piccolo agglomerato abitativo nel sud di Great Abaco, raggiungibile dall'aeroporto in circa 25 minuti di auto.

Vista la cifra risparmiata (speso in totale per il soggiorno solo 863 euro per una villa con 3 stanze da letto e giardino a 100 mt dal mare!), abbiamo deciso di prendere anche la macchina a noleggio per l'intero periodo, in modo da agevolare gli spostamenti da questa zona un po' isolata. La barca l'abbiamo affittata a Marsh Harbour, ed invece di attraccarla nel pontile della casa (è vietato arrivare fino a questa zona dell'isola con le barche a noleggio), faremo avanti e indietro dal dock a Marsh Harbour tutte le volte che la utilizzeremo. Questa almeno ci è sembrata la soluzione più intelligente sulla carta, vedremo poi se la realtà dei fatti ci darà ragione.

casa homeaway affitto abaco bahamas

Inoltre, la casa che abbiamo scelto si trova molto vicino ad una lunghissima spiaggia con laguna, ed è molto grande e spaziosa: a disposizione avremo anche le bici ed i kayak gratuitamente, quindi non penso proprio che avremo di che annoiarci in questi 8 giorni ad Abaco.

Ecco quindi le nostre prenotazioni ad Abaco:

Documenti necessari per l'ingresso negli Stati Uniti e Bahamas.

É necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi. Per il visto turistico per gli Stati Uniti (ESTA) registrarsi qui, il costo è di 14 dollari, si paga online con carta di cerdito ed ha una validità di 2 anni (a meno che il vostro passaporto non scada prima). Fatelo per tempo (max entro 72 ore dalla partenza). Per l'ingresso nelle Bahamas, oltre al passaporto, per i cittadini italiani non è necessario alcun visto, se il vostro soggiorno non supera i 90 giorni. Per maggiori informazioni consultate il sito del ministero degli Esteri Viaggiare Sicuri.

Assicurazione Viaggio: INDISPENSABILE! sia quella per l'annullamento, che soprattutto quella sanitaria, deve essere il più alta possibile, meglio se con spese mediche illimitate, dato l'altissimo costo delle cure mediche ed ospedaliere negli Stati Uniti: Noi abbiamo stipulato TravelGuard Platino.

Itinerario completo del viaggio Bahamas + Florida.

  • Arrivo a Miami dall'Italia con volo British Airways nel tardo pomeriggio, pernottamento all'ottimo Hilton Miami Airport, confortevole e vicinissimo all'aeroporto internazionale (83 euro a notte, già utilizzato nel precedente viaggio ad Exuma);
  • la mattina seguente partenza per Abaco con volo diretto American Airlines;
  • 8 giorni ad Abaco nella casa di Casuarina Point;
  • rientro a Miami, partenza per tour della Florida, con auto a noleggio prenotata tramite il comparatore di autonoleggio AutoEurope;
  • 2 notti a Key West all'Hotel Heron House;
  • 2 notti a Everglades City all'Everglades City Motel;
  • le restanti due notti prima della ripartenza per l'Italia .. vedremo!

Escursioni che vorremo fare e luoghi che vorremmo visitare in Florida:

Come probabilmente si può capire, anche in questo viaggio a noi preme soprattutto fare attività in contatto con la natura ed il mare, non ci interessano mete come Orlando e le giostre Disney, shopping mall, eventi sportivi etc.. Siamo soltanto indecisi riguardo a Cape Canaveral, alla cui zona potremmo dedicare gli utlimi 2 giorni, in cui ancora non abbiamo programmato nulla. Credo che decideremo all'ultimo momento in base a cosa avremo voglia di fare. L'alternativa sarebbe, dopo le 2 notti alle Everglades, proseguire lungo la costa del golfo del Messico per arrivare fino a Tampa. Staremo a vedere, se potessi.. partirei domani !!


Hai trovato utili queste informazioni? condividile con altri a cui potrebbero essere ugualmente utili!

 

 


FOLLOW

Altri viaggi recenti:

Lanzarote: Foto album >>

lanzarote foto

Racconto di viaggio Costa Brava >>

Costa Brava, Spagna

Diario di viaggio Aquitania e Paesi Baschi >>

Guggenheim Museum Bilbao

Diario di viaggio Martinica >>

martinique_dec.2010

Racconto di viaggio Seychelles >>

Seychelles

 

contact - newsletter - copyright & privacy policy - mappa del sito - links per viaggiare - siti amici