guida di viaggiocome organizzare un viaggio fai-da-te

la guida di Mafalda per viaggiatori indipendenti e consapevoli!

(1) perchè un viaggio fai-da-te?

2 scegliere la destinazione di viaggio

3 documentarsi su un viaggio

4 come fare ricerche e prenotazioni online

5 come trovare un volo conveniente

6 dove dormire, scelta dell'alloggio

7 sicurezza in viaggio

8 recensioni di alloggi: dove dormire

viaggiare fai da te
guida di viaggio organizzare un viaggio in maniera indipendente

Questa breve guida è stata scritta in base alle mie esperienze di tanti anni di viaggi indipendenti; intende essere un aiuto per chi desidera iniziare a viaggiare in autonomia, ma si trova tormentato da mille (a volte giustificati) dubbi ed altrettante (spesso infondate) paure.

Dall'epoca dei miei primi viaggi, in cui approdavo con trepidazione all'agenzia di viaggio dopo aver passato mesi a sfogliare i famigerati cataloghi patinati, ne è passata parecchia di acqua sotto i ponti, ed il passaggio ad un modo di viaggiare più autonomo è stato graduale e consapevole, non si è di certo trattato di qualcosa di improvvisato.

Osservando alcune semplice regole, tutti possono iniziare a viaggiare in autonomia!

Oggi posso affermare che la mia voglia di conoscere, e la fiducia in me stessa e nel rapportarmi con il mondo, sono in costante aumento da quando ho deciso di viaggiare con maggiore consapevolezza e libertà.

(1) Perchè un viaggio fai-da-te?

guida di viaggio

I miei personali motivi per viaggiare in autonomia sono:

... perchè è divertente: il viaggio comincia già con la sua organizzazione;

... perchè non sopporto imposizioni di itinerari preconfezionati, decido io quello che voglio vedere o quanti giorni fermarmi in un posto;

.. perchè nel corso di tanti anni di viaggi mi ha fatto risparmiare un sacco di soldi!

.. perchè ha aumentato la tua austostima, e mi ha fatto capire che organizzandosi ed informandosi bene, andare in giro da soli non significa andare a cercarsi dei guai. (come molti pensano).

..sei anche tu un candidato al viaggio fai da te?

  • Sei un candidato ideale al viaggio in autonomia se...

... ti piace fare delle ricerche sul web e hai sufficiente dimestichezza con l' "oggetto" internet,

... sei curioso e ti piace leggere e documentarti sulle cose;

... hai un po' di tempo a disposizione;

.. hai una carta di credito a disposizione, oppure altro strumento di pagamento elettronico;

.. non sopporti i tour già belli e confezionati, nei quali di sicuro ti porteranno a vedere quello che vedono tutti.

Organizzandoti un viaggio fai da te puoi decidere se avere un itinerario super-dettagliato (DECISO DA TE, non dal tour operator) oppure non averlo affatto un itinerario, e andare un po' all'avventura!

  • NON sei un candidato ideale al viaggio in autonomia se invece...

... ti viene l'ansia al solo pensiero di dover organizzare qualcosa, e che diamine.. sono in vacanza!

... per te vacanza significa trovare già tutto bello e pronto altrimenti trattasi di stress puro;

... prendere l'autobus o guidare una macchina a noleggio? vade retro!

... non sei particolarmente interessato ad una sistemazione su misura, basta essere in vacanza.

In questi casi è meglio lasciare perdere, il viaggio in autonomia forse non fa per voi! Probabilmente vi divertirete e vi rilasserete di più con il classico viaggio organizzato.

guida di viaggio

Alcune domande frequenti, per iniziare.

  • Viaggiare fai da te significa zaino in spalla, avventura, dormire negli ostelli e via che si va senza prenotare nulla?

PER ME ASSOLUTAMENTE NO. Io non sono di certo una votata all'avventura a tutti i costi, anzi, mi ritengo una persona molto prudente e per niente avventata, amante anche di un certo livello di confort (quando possibile). Perciò se il dubbio è questo, la mia risposta è: ognuno viaggia come gli pare, o come può; viaggiatore indipendente non è uguale a viaggiatore low budget.

  • E' sicuro viaggiare da soli? 

Capiamoci: la sicurezza totale non esiste mai. Nel momento in cui uno decide di viaggiare, di andare in un paese straniero, o comunque soltanto di spostarsi lontano da casa, accetta già di per sè qualche rischio, altrimenti è meglio che se ne stia a casa sua. La differenza nel viaggiare da soli sta nel fatto che chi viaggia con un gruppo organizzato, avrà qualcun altro (almeno in teoria) che si prende cura di tutto e degli eventuali imprevisti, invece se viaggiate da soli molto spesso dovrete arrangiarvi. Questo però non significa che viaggiare per conto proprio sia meno sicuro che con un gruppo organizzato, tutt'altro, basta rispettare alcune regole fondamentali che vedremo più avanti.

  • E' conveniente da un punto di vista economico?

Bella domanda. In linea generale, secondo me si può risparmiare molto (e questo è uno dei motivi fondamentali che spinge molte persone ad incuriosirsi ed a provare). In taluni casi, dipende invece dal tipo di destinazione.

Facciamo degli esempi.

    1. RISPARMIARE PRENOTANDO LO STESSO E IDENTICO VIAGGIO.

Va da sè che, prenotando gli stessi identici servizi (stesso hotel, stesso volo ecc), il pacchetto vacanza costi di più rispetto alla prenotazione in fai da te: le agenzie e i tour operator si fanno pagare per il loro lavoro. Inoltre, spesso, nei pacchetti sono previsti servizi aggiuntivi, quali i trasferimenti da/per gli hotel, il che può far alzare ulteriormente il prezzo.
Allora è lecito chiedersi, che convenienza c'è, se la differenza è di pochi euro?
Beh, innanzitutto, a volte anche 100 euro in più o in meno possono fare la differenza per qualcuno, soprattutto se magari sono da moltiplicare per ogni membro della famiglia che viaggia. Il punto è che, certe volte, queste differenze sono assolutamente spropositate e ingiustificate.

1° esempio: Agosto 2004, vacanza a Rodi.

RODI RESIDENCE RODI RESIDENCE

Vacanza di due settimane, volo+soggiorno in appartamento, prenotata tramite agenzia della mia citta', con un tour operator che propone viaggi a basso costo adatti anche ai giovani. Arrivati a destinazione, intanto capiamo subito che l'appartamento non corrisponde alla descrizione del catalogo, perchè manca l'aria condizionata, ma questo è un discorso a parte... Il più bello, invece, è stato scoprire, attraverso il suo stesso gestore, che questo residence aveva un proprio sito web, dal quale sarebbe stato possibile prenotare in modo diretto lo stesso e identico soggiorno con un risparmio di circa il 50% rispetto al prezzo pagato....

Inutile dire che questa vacanza è stata un po' il punto di svolta che ci ha fatto riflettere!
Esistono poi anche delle eccezioni, in cui invece il pacchetto vacanza costa molto meno rispetto al fai-da-te, per motivi che io sinceramente ignoro, ma di cui vale sicuramente la pena prendere nota: è il classico esempio delle vacanze in Egitto e sul Mar Rosso.

    1. RISPARMIARE PRENOTANDO UN VIAGGIO CON UNO STANDARD MOLTO SIMILE.

Questo significa: stessa destinazione, spesso stesso mezzo di trasporto, ma la scelta ricade su alloggi differenti, che siano però di un livello tale che lo standard della vacanza nel complesso sia simile o uguale. Per intenderci: va da sè che se, invece di dormire in un hotel 5 stelle, vado in una bettola, allora risparmio! Non è questo il caso di cui qui si parla.
Questo è il tipo di viaggio che io preferisco, cioè quello in cui la possibilità di scelta tra gli alloggi sia molto vasta, in modo da non dovere essere costretti a pernottare per forza in hotel o villaggi turistici.

2° esempio: vacanza a Mauritius, Natale 2006.

mauritius spiaggia mauritius residence

In periodo di altissima stagione turistica (Natale), per un viaggio comprendente volo + soggiorno in villetta con tutti i confort (residence con piscina, aria condizionata e trasferimento dall'aeroporto compresi) + auto a noleggio per 15 giorni + tutte le spese (vitto, escursioni, carburante) la spesa è stata di un totale di circa 1500 euro a testa.
Nello stesso periodo dell'anno, in hotel 4 stelle mezza pensione, e per una sola settimana, il prezzo medio (esclusi extra, escursioni, ecc), ci eravamo informati che da catalogo di tour operator, il costo si aggirava intorno ai 3000-3500 euro a testa.

Naturalmente, negli alloggi self catering il risparmio massimo si ha se ci si prepara i pasti da soli, ciò però non vieta di mangiare fuori, soprattutto in una destinazione turistica come Mauritius (sembrerà strano ma è proprio così) nella quale mangiare al ristorante è relativamente economico (e la qualità del cibo è buona) e quindi non alza di molto il costo complessivo della vacanza in fai da te.


Conclusioni.

Si può affermare che la convenienza economica maggiore, rispetto al pacchetto di viaggio preconfezionati, si ha quando si verificano le seguenti condizioni:

  • nel caso di mete da raggiungere in aereo, la destinazione scelta è servita anche da una linea low-cost;
  • la destinazione scelta offre la scelta di una buona varietà di alloggi disponibili per il turista, oltre al classico hotel o villaggio, quindi bungalow, residence e soprattutto bed & breakfast e case vacanza in affitto da privati.
guida di viaggio prossimo argomento 2) SCEGLIERE LA DESTINAZIONE >>

Ti sono state utili queste informazioni? condividile con i tuoi amici!

 

 

 

 

TROVAMI ANCHE SUI SOCIAL

chi e mafalda I miei viaggi

Il posto del mio cuore...

Nuova Caledonia, il viaggio di una vita >>

I contenuti più recenti:

NEW! Diario di Viaggio Florida on the Road >>

cerca tra gli alloggi consigliati da Mafalda per soggiornare a..

>

diari di viaggio racconti di viaggio

diario di viaggio florida on the roaddiario di viaggio florida on the roaddiario di viaggio scoziadiario di viaggio costa azzurra provenza diario di viaggio abaco bahamas viaggio itinerante tra Francia e Spagna on the road TIVOLI Exuma, Bahamas MIAMI nuova caledonia racconto di viaggio Milano Colonia, Gernmania Aquitania e BordeauxPaesi Baschi Costa Brava RACCONTO MARTINICA RACCONTO WEEKNED A PARIGI MARTINICA SEYCHELLES MAR ROSSO MAURITIUS CANARIE MARIE GALANTE GUADALUPA GUADALUPA REPUBBLICA DOMINICANA ZOOSAFARIDANIMARCA Spagna e Portogallo



Resta aggiornato, iscriviti alla Newsletter!

* campi obbligatori