viaggio in danimarca

home > travels > viaggio itinerante copenhagen e danimarca

Viaggio itinerante in Danimarca, agosto 2008.

La Danimarca è una nazione del nord Europa geograficamente composta da varie isole: la Seelandia, sulla quale si trova la capitale Copenhagen, e che da alcuni anni è collegata da un nuovissimo ponte alla cittadina svedese di Malmo; la Fionia e la penisola dello Yutland, che confina con la Germania. Fanno inoltre parte della Danimarca le isole della Groenlandia, le isole Faer Oer e l'isola di Bornholm nel Mar Baltico.

Itinerario di Viaggio in Danimarca
Una settimana in totale così suddivisa: 3 giorni a Copenhagen, poi nei successivi abbiamo percorso con un'auto a noleggio la Fionia e una parte dello Yutland, per rientrare in Seelandia con il traghetto (tutti i costi citati in questo racconto sono riferiti al 2008).

Cosa vedere e cosa fare a Copenhagen in 3 giorni.

NYHAVN: uno dei due simboli della città assieme alla Sirenetta, l'antico porto storico con le case colorate che vi si affacciano. Si trova nel centro cittadino e vi si trovano numerosi locali, caffè e ristoranti.

GIARDINO DI TIVOLI: è un parco divertimenti che si trova in città, caratteristico perchè molto antico (inaugurato nel 1843); il biglietto d'ingresso è di 11 euro, escluse tutte le attrazioni e le giostre. Più suggestivo da visitare la sera.

AMALIENBORG è il castello sede dei Reali di Danimarca, si può assistere al cambio della guardia: ogni giorno alle ore 12.

ROSENBORG SLOT: il castello ex-residenza estiva reale, molto interessanti da visitare tutti gli interni, le stanze con gli arredi e l'oggettistica originale, compresi strumenti musicali, servizi da the e armi... e il Tesoro Reale con i gioielli della Corona.

STROGET: l'animata via pedonale del centro, con negozi e locali; in Danimarca sono molto interessanti gli acquisti di articoli per la casa di design (Bodum) e delle porcellane in genere (Royal Copenhagen).

CHRISTIANSHAVN: il quartiere che ospita la nota comunità hippie di Christiania, carino da girare a piedi lungo i canali... è qui che abbiamo sperimentato l'unico ristorante che valga la pena ricordare: il Kanalen, veramente ottimo. Un piatto tipico e gustoso è lo Smorrebrod: fettine di pane di segale guarnite in vario modo, con carne e verdure, ottimo come pasto leggero. La cucina danese, per il resto non ci ha entusiasmato molto; le pietanze sono in genere cucinate in maniera molto pesante e si fa largo uso del burro, sia per friggere che come condimento.

la sirenetta copenhagen

LA SIRENETTA: la statua si trova nel porto turistico ed è relativamente piccolina, lì sola soletta sul suo scoglio; se vorrete farvi immortalare con lei dovrete "sgomitare" un poco perchè davanti troverete sempre la ressa... D'altra parte è proprio lei l'immagine simbolo non solo della città ma dell'intera Danimarca nel mondo! Comunque la Sirenetta è molto carina, vale la pena di passare di lì per farle un saluto.

GIRO IN BATTELLO SUI CANALI: noi l'abbiamo fatto con Canal Tours

GIRO TURISTICO DELLA CITTÁ con il BUS Hop-on-off: ottimo se piove e fa freddo, si scende e si sale a piacimento fra le maggiori attrazioni della città.

14-15 agosto: i paesaggi di Fionia.

Al quarto giorno ritiriamo l'auto a noleggio nell'ufficio cittadino della Hertz, e ci apprestiamo a percorrere la Seelandia verso sud per raggiungere la Fionia... percorrendo l'autostrada il passaggio è obbligato attraverso un ponte a pagamento (24 euro).

fionia paesaggi danimarca

La Fionia si presenta al visitatore con incantevoli paesaggi di verdi pianure ed è conosciuta soprattutto per la cittadina di Odense, che diede i natali allo scrittore Hans Christian Andersen.

La Casa natale di Andersen è molto visitata ma sinceramente ci ha un po' delusi: il Museo è interessante ma ci si va soprattuto per vedere l'abitazione, salvo poi scoprire che si tratta di "presunta" casa in cui egli nacque e visse... insomma se volete vedere il Museo va bene, ma per il resto ci è sembrata un po' sopravvalutata.

Molto meglio fare una passeggiata per le vie del centro di Odense, a Ferragosto troverete anche un animato Festival dei Fiori, con sculture floreali che ricordano personaggi delle fiabe e musicisti di strada.

Per pernottare e vedere un tratto di litorale ci dirigiamo verso la cittadina balneare di Kerteminde; le spiagge sono di sabbia chiara e il mare è incredibilmente bello e trasparente, in estate si può tranquillamente fare vita di spiaggia e prendere il sole, di farsi il bagno però non lo consiglierei a nessuno, la temperatura dell'acqua era gelata!

Relitto del Landsbykibet. Questo interessante sito storico si trova a pochi chilometri da Kerteminde, si tratta del relitto di una nave vichinga del X secolo, in cui è stata ritrovata la tomba per un antico condottiero, sepolto con i suoi cani e cavalli.

In ciò che rimane del relitto si possono vedere ancora chiaramente le impronte delle ossa di questi animali.

15-16 agosto: Yutland.

La zona dei fiordi di Limfjorden ha l'aspetto di un'area lacustre, quando in realtà si tratta invece proprio del mare che si insinua tra i lembi di terra e realizza un paesaggio incantevole con spiagge ed isolette; vi si trova il piccolo e grazioso Castello medievale di Spottrup che abbiamo visitato.

castello di spottrup danimarca

Nello Yutland settentrionale ci siamo fermati una notte nella città di Viborg, per poi ritornare in Seelandia con il traghetto dal porto di Arhus a Odden.

Alloggio: Best Western Palads Hotel Viborg

Traghetto: Mols Linien, due adulti + 1 automobile costo 100 euro (durata tragitto circa 1 ora).

17 -18 agosto: Seelandia.

Dopo una breve sosta nella piccola e colorata cittadina portuale di Holbaek, l'ultima tappa della nostra visita in Danimarca è la città di Roskilde, nota soprattuto per la sua grandiosa Cattedrale che ospita le tombe monumentali di molti dei Reali di Danimarca, tra cui il bellissimo sarcofago in alabastro di Margrethe I.

castello di spottrup danimarca

Ritorno e pernottamento a Copenhagen, rientro in Italia con volo di linea SAS il giorno seguente.

Considerazioni finali sul viaggio in Danimarca.

Vale la pena di visitare tutta la Danimarca e non solo la classica meta di Copenhagen. Il periodo migliore è l'estate, quando le temperature sono miti e se siete fortunati avrete delle splendide giornate di sole, come è successo a noi per quasi tutta la settimana. Altrimenti molto suggestivo è il periodo natalizio.

Un viaggio in Danimarca può risultare abbastanza dispendioso, il costo della vita è molto alto; noi avevamo prenotato in anticipo soltanto il volo e l'Hotel a Copenhagen: essendo però Ferragosto, abbiamo trovato spesso difficoltà anche nelle località più piccole per trovare alloggio. Mi sento di consigliare quindi di prenotare in anticipo in questo periodo dell'anno, anche se l'alta stagione turistica in Danimarca in teoria corrisponde soltanto ai mesi di giugno e luglio. Volendo si può alloggiare anche nelle locande o in Bed & Breakfast, soprattutto al di fuori di Copenhagen, si spende meno rispetto agli alberghi.


Ti piace il nord Europa? forse potrebbe interessarti anche:

Viaggio in Scozia: itinerario da Edimburgo alle Highlands >>


Ti è piaciuto questo diario di viaggio? condividilo, potrebbe essere utile anche ad altri!